giovedì 4 agosto 2011

Strudel di pasta fillo al ragù


Molte volte, quando preparo una nuova ricetta, mi capita di pensare che sicuramente andrà bene e che riuscirà alla perfezione.
Non è presunzione, ma sicurezza: quando ci sono le materie prime di buona qualità e "l'ispirazione" giusta non c'è spazio per le incertezze.
Logico, ci sono altri momenti in cui la penso esattamente al contrario e il risultato ovviamente è deludente.
E' come se le cose che cuciniamo "ascoltassero" le nostre mani e si comportino di conseguenza...

La ricetta del giorno mi ha dato parecchie soddisfazioni da subito ed è destinata ad entrare nel gruppo delle mie ricette migliori e sempre buone.
Lo so che necessità del forno e che d'estate sembra assurdo accenderlo, ma al primo morso vi consolerete. Un vero comfort food!


Ingredienti

4 fogli di pasta fillo grandi
600 g di carne macinata di prima qualità (vitello e bovino adulto)
300 g di passata di pomodoro
2 carote
1 cuore di sedano
1/2 cipolla
1 bicchiere di vino rosso
olio extra vergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione

1. Tagliate le verdure a cubetti piuttosto grossolani, in un tegame capiente, scaldate 4 cucchiai d'olio e soffriggetele.
2. Aggiungete la carne macinata e sfumate con il vino rosso.
3. Aggiungete la passata di pomodoro, salate, pepate e cuocete per 15/20 minuti a fiamma media. Il risultato non dovrà essere liquido ma piuttosto sostenuto.
4. Dividete i fogli di pasta fillo, posizionatene uno su un foglio di carta forno, spennellatelo leggermente con l'olio e sovrapponetene un altro con lo stesso procedimento. Disponete al centro il ragù e piegate i bordi della pasta verso il centro. Sovrapponete altri due fogli di pasta fillo sempre spennellandoli d'olio e ripiegando i lembi di pasta verso il basso così da confezionare la classica forma strudel.
5. Infornare a 200° per circa 20 minuti o fino a doratura.

13 commenti:

  1. capita anche a me, quando ho l'ispirazione giusta difficilmente faccio flop...al contrario quando non sono convinta non viene niente di buono...il tuo strudel è favoloso!!!! bravissima, baci e buon we

    RispondiElimina
  2. Ti ho trovata per pure caso ma il tuo blog mi piace e mi sono iscritta tra i tuoi lettori fissi, passa da me se ti va, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  3. Io, quando mi s'accende la lampadina, parto in quarta! Non riesco proprio a fermarmi, a costo di fare flop ma devo provare. E di solito ne esce qualcosa di positivo! E' quando tentenno un po' che alla fine faccio flop. Hai fatto benissimo a seguire l'istinto tesoro, riuscita perfetta e gustosa. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  4. Gustosissimo il tuo strudel, hai fatto bene a fidarti del tuo istinto!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Ma perchè io non riesco mai a trovare la pasta fillo nei supermercati???
    tu dove l'hai comprata?so che è un tipo di pasta più leggera dalle altre e dalla foto noto che è molto friabile!Che buono questo strudel!e che fame!

    RispondiElimina
  6. angyyy si è sottile, friabile e leggera!! anch'io ho molta difficoltà a reperirla! Questa l'ho presa al conad...ma anche auchan ce l'ha o i discount :) spero di esserti stata utile!

    RispondiElimina
  7. La farcitura è stragolosa, peccato qui non si trovi la pasta fillo, magari si può sostituire con la sfoglia!
    A presto!

    RispondiElimina
  8. casalingo non ancora disperato6 agosto 2011 04:58

    Andate (senza pregiudizi) in un negozio cinese e chiedete la pasta per involtini primavera, la uso da sempre e va benissimo per tutto, anche per la Baklava. Costa poco e, con le dovute accortezze, dura molto. Già che ci siete, prendete anche una scatola di nuvole di gamberi (secche, da friggere poche alla volta in olio profondo) che vi faranno fare bella figura con grandi e piccoli. Visto che abbiamo tanti stranieri, almeno che ne approfittiamo per scoprire nuovi ingredienti per i nostri esperimenti!

    RispondiElimina
  9. casalingo la prossima volta sarebbe bello che tu ti firmassi! Grazie!

    RispondiElimina
  10. ciao cara!! e fai benissimo a seguire il tuo istinto, ha realizzato una meraviglia!baci!

    RispondiElimina
  11. Per una cosa così il forno lo si accende...e cmq qui sta andando avanti un'estate da schifo.... anche oggi che tempo infame!!!
    pensavo appunto di accenderlo a breve per un dolce :)
    bacioni!

    RispondiElimina
  12. Io non temo il forno ed essendo fan sfegatata della pasta fillo mi butterei a capofitto nella ricetta pensata, brava Roberta, così si fa, in tutte le cose della vita l'incertezza spesso porta al fallimento, bacione :-)

    RispondiElimina
  13. Possibile che quando parto in quarta io poi alla fine mi viene tutto impresentabile!!!! Complimenti carissima... Un abbraccio

    RispondiElimina